L’ITALIANO FILIPPO GRANDI GUIDERA’ L’AGENZIA ONU PER I RIFUGIATI La nomina è stata annunciata da Ban ki-Moon. Boldrini: "Grande soddisfazione", Gentiloni: "Riconosciuto il ruolo dell'Italia"

417
grandi

L’italiano Filippo Grandi sarà nominato come Alto commissario Onu per i rifugiati (Unhcr). Lo ha annunciato il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, che doveva provvedere alla sostituzione del portoghese Antonio Guterres, che ricopre questa funzione dal 2005. Grandi, 58 anni, dovrebbe iniziare la sua nuova avventura il prossimo gennaio. E’ stato capo dell’agenzia Onu per i rifugiati palestinesi (Unrwa) tra il 2005 e il 2010 e ha fatto parte della missione Onu in Afghanistan. Ha inoltre lavorato per l’Unhcr in Sudan, Siria, Turchia e Iraq. Ha diretto delle missioni umanitarie in Yemen o in Repubblica democratica del Congo.

“Ho appreso con grande soddisfazione la nomina di Filippo Grandi come Alto commissario Onu per i rifugiati (Unhcr)” ha commentato il presidente della Camera, Laura Boldrini, intervenuta a Radio anch’io su Radio 1. “E’ la prima volta che l’Italia riveste questo alto ruolo in un momento in cui le migrazioni sono cruciali per il nostro futuro europeo e per la stabilità globale”. Grandi, ha proseguito, “magari è poco noto al grande pubblico ma è noto e stimato estremamente nell’ambito internazionale. Ha lavorato quasi esclusivamente nel settore dei rifugiati, è l’autorità massima in questo ambito e mi fa piacere che questa conoscenza gli sia stata riconosciuta dandogli questo incarico. Il nostro Paese è molto esposto e avere un italiano all’Unhcr per noi è anche il segnale di un riconoscimento al nostro paese per l’impegno che mettiamo nel salvare le vite in mare senza guardare il passaporto di chi è in difficoltà”.

Soddisfatto anche il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni che ha voluto ringraziare Ban ki-moon “per la sua scelta che rappresenta un riconoscimento delle capacità che Grandi ha dimostrato nella gestione delle questioni umanitarie, in particolare nel suo ultimo incarico come commissario generale di Unrwa, e dell`impegno che l`Italia ha profuso negli anni a favore della causa dei rifugiati”. Il governo, ha proseguito il titolare della Farnesina, ha sostenuto “con convinzione la candidatura di Filippo Grandi. Perché pienamente coerente con la priorità che l’Italia attribuisce al rispetto della dignità umana e alla necessità di affrontare con rapidità ed efficacia le numerose sfide umanitarie che le Nazioni Unite devono affrontare. Siamo da tempo in prima linea in queste sfide, impegnati a salvare vite umane attraverso le operazioni di soccorso condotte nel Mar Mediterraneo. Auguro un eccellente lavoro a Grandi, e assicuro il nostro pieno sostegno all’Unhcr”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS