OMICIDIO ANCONA: I LEGALI CHIEDONO LA PERIZIA PSICHIATRICA ANTONIO TAGLIATA Il gip ha convalidato il fermo del 18enne accusato di omicidio

405
antonio tagliata

I difensori di Antonio Tagliata, il 18enne accusato di aver ucciso ad Ancona la madre della sua fidanzata e ferito gravemente il padre, avanzeranno alla Procura dorica la richiesta di disporre una perizia psichiatrica per il loro assistito. E’ quanto è emerso oggi dall’udienza di convalida del fermo del giovane, che si è tenuta nel carcere di Camerino (Macerata).

Tagliata ha avuto un lieve malore prima di andare in udienza per rispondere ai magistrati. Il confronto è durato 4 ore. Al termine, il fermo è stato convalidato. Il gip deciderà poi quali misure cautelari disporre nei confronti del ragazzo, detenuto nella casa circondariale di Camerino. Antonio Tagliata, sabato scorso, in via Crivelli ad Ancona, avrebbe sparato 8 colpi di pistola contro Roberta Pierini e Fabio Giacconi, entrambi 49enni, genitori di M., la sua fidanzata 16enne. La donna è morta mentre il marito è ricoverato in coma all’ospedale regionale di Torrette.

Alla sparatoria era presente anche la minorenne, che adesso è rinchiusa in un carcere minorile perché accusato di concorso in omicidio. La ragazza aveva aperto la porta di casa al 18enne, per un incontro che doveva chiarire il loro rapporto nei confronto dei suoi genitori. L’incontro è poi finito in tragedia, con Tagliata che avrebbe fatto fuoco improvvisamente, senza lasciare scampo ai genitori della 16enne. Poi la fuga e il fermo dei due ragazzi, effettuato sabato sera dai carabinieri alla stazione ferroviaria di Falconara Marittima, a nord di Ancona.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS