MATTARELLA IN OMAN: “GIRONE E LATORRE HANNO IL SOSTEGNO DI TUTTO IL PAESE” Il capo dello stato ha visitato i marinai della fregata Carabiniere e ha ringraziato tutti coloro che sono impegnati nella missione antipirateria

369

“Il mio pensiero va anche questa volta alla missione dei Fucilieri di Marina Girone e Latorre, impegnati anch’essi a difesa della sicurezza delle nostre navi mercantili. A loro rinnovo il mio sostegno e il sostegno del Paese. Sarò davvero lieto quando potrò incontrarli insieme in Italia”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato i due fucilieri della Marina Militare italiana che dal 19 febbraio 2012 sono in stato di arresto in India, con l’accusa di aver ucciso due pescatori indiani. Mattarella ha fatto il suo discorso durante la sua visita alla fregata Carabiniere, impegnata in una missione antipirateria, al momento ormeggiata nel porto di Mascate in Oman.

“La vostra è una missione certamente impegnativa, considerata l’ampiezza dell’area da pattugliare: dalle acque prospicienti la regione del Puntland, nel Corno d’Africa, al Golfo di Aden e all’Oceano Indiano, fino al largo dell’India. Un mare sconfinato da solcare, per prevenire e contrastare le azioni dei pirati, perpetrate anche a oltre mille miglia dalle proprie basi d’appoggio. Naturalmente particolarmente intenso il rischio nelle aree più vicine alla costa somala – ha sottolineato Mattarella nel suo discorso -. Un impegno considerevole per l’intera comunità internazionale, per garantire la libertà di navigazione e l’affermazione del diritto internazionale”.

“Ora, grazie alle efficaci azioni di contrasto al fenomeno poste in essere dalla comunità internazionale, il numero degli assalti, che ha toccato il picco pochi anni addietro, si è ridotto drasticamente. La guardia va tenuta alta, come sempre – ha concluso il Capo dello Stato -. Ma l’obiettivo della restituzione di questi mari alla legalità e alla libertà di navigazione adesso è più vicino, grazie anche alla vostra opera. E’ con piacere che esprimo a tutti voi e a coloro che hanno operato su questi mari per lunghi anni, il mio apprezzamento e la riconoscenza di tutta l’Italia”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS