PORTOGALLO, SFIDUCIA IN AULA PER COELHO: IL GOVERNO COSTRETTO ALLE DIMISSIONI A decretarne la caduta sono stati i partiti dell'opposizione socialista e i partiti di sinistra che hanno sfiduciato il governo conservatore con 123 voti contrari su un totale di 230 seggi

308
sfiducia

Il Portogallo sta attraversando un momento di grande instabilità politica. Il governo di centro-destra guidato dal premier Pedro Passos Coelho, uscito vincente alle elezioni di ottobre, è caduto dopo solo 11 giorni dal suo insediamento. A decretarne la caduta sono stati i partiti dell’opposizione socialista e i partiti di sinistra quali, nello specifico, Blocco di sinistra, Comunisti e Verdi che hanno sfiduciato il governo conservatore con 123 voti contrari su un totale di 230 seggi. Il presidente portoghese, Anibal Cavaco Silva, deve ora scegliere se incaricare la sinistra a formare un governo, mantenere l’attuale esecutivo fino a nuove elezioni – ipotesi prevista non prima di giugno 2016 – o formare un governo “di iniziativa presidenziale” con indipendenti.

I deputati delle tre formazioni di sinistra hanno respinto il programma dell’attuale esecutivo pro austerità. “L’esito delle elezioni di ottobre – ha sottolineato il Partito socialista nel testo della mozione votata dai 123 deputati delle opposizioni – costituisce il fallimento della politica di austerità condotta negli ultimi quattro anni”. “Il programma del governo non fornisce risposte alla volontà di cambiamento espressa dai portoghesi – ha dichiarato il segretario del partito Antonio Costa durante il dibattito parlamentare – Il Portogallo ha bisogno di un altro governo”.

Con una nota, il segretario del Partito socialista francese, Jean Christophe Cambadelis, ha così commentato la notizia: “Nonostante una chiara maggioranza di deputati di sinistra, il Presidente portoghese conservatore ha deciso di dare l’incarico al premier uscente di destra. C’era una coalizione di sinistra, guidata da Antonio Costa, pronta a governare. Con questa decisione, la destra portoghese si prende il rischio dell’instabilità di un Governo senza una maggioranza. Il Partito socialista francese sostiene l’alternativa rappresentata dai socialisti e dalla coalizione di sinistra”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS