NUOVO NAUFRAGIO AL LARGO DELLA TURCHIA: 14 MORTI, TRA CUI 7 BAMBINI L'imbarcazione avrebbe iniziato fin da subito a imbarcare acqua, ma i migranti avrebbero deciso di continuare il loro viaggio della speranza

345

Ancora una volta dei migranti hanno perso la loro vita nelle acque del Mar Mediterraneo. A poche ore dal vertice di Malta, dove i ministri esamineranno anche il dossier sulla crisi dell’immigrazione, un nuovo naufragio si è verificato al largo della Turchia. Il tragico bilancio parla di almeno 14 persone morte, di cui 7 sarebbero bambini. Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, un’imbarcazione che cercava di raggiungere l’isola greca di Lesbo si è rovesciata. Secondo l’agenzia Dogan, il naufragio è avvenuto al alrgo della località di Ayvacik, provincia di Canakkale, sul Mar Egeo. La guardia costiera turca è riuscita a mettere in salvo 27 passeggeri dell’imbarcazione.

Tra i migranti salvati c’è anche una donna incinta, che sarebbe in buone condizioni. Le autorità, al momento, non sono ancora riuscite a risalire alla nazionalità dei migranti e resta ancora ignoto il reale numero di passeggeri che si trovavano sull’imbarcazione. Il governatore della provincia turca di Canakkale, Hamza Erkal, ha spiegato che nonostante l’imbarcazione avesse iniziato a incamerare acqua fin da subito, i migranti hanno deciso di proseguire ugualmente il viaggio, sperando di raggiungere velocemente le coste greche.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS