ASTA DA RECORD PER UN NUDO DI MODIGLIANI: “NU COUCHE” BATTUTO PER 170,4 MILIONI DI DOLLARI L'opera è stata acquistata da un compratore anonimo presso la casa Christie's

393

È stato battuto al prezzo record di 170,4 milioni di dollari (equivalenti a quasi 160 milioni di iero) un quadro del pittore livornese Augusto Modigliani. L’opera, un nudo di donna distesa su un letto, si chiama “Nu’ couche” (Nudo disteso con braccia aperte o Nudo rosso) ed è stato acquistato a New York da un compratore anonimo presso la nota casa d’aste Christie’s dopo nove minuti di continui rilanci da parte dei numerosi offerenti. L’opera nel 1917 provocò un tale scandalo che dovette intervenire la polizia per disperdere la folla che si era assiepata dietro la vetrina del gallerista Bertehe Weill per ammirarla quando venne esposta la prima volta a Parigi. Il nudo venne realizzato dal pittore e scultore livornese nel 1917 e fa parte di una serie tematica che l’artista realizzò per il mercante di arte moderna polacco Zborowski. Leopold Zborowski (1889 – 1932) fu anche scrittore e poeta e grande amico di Modigliani per il quale organizzò diverse esposizioni e mise a disposizione il suo domicilio come atelier. Di lui l’artista livornese dipinse tre ritratti.

La breve vita “dell’artista maledetto” di Livorno, che morì a Parigi a soli 35 anni per una tubercolosi dalla quale era afflitto sin dalla giovinezza, non impedirà a Modigliani di diventare uno dei principali artisti del ‘900. La sua concezione della sua pittura basata sul disegno lineare e la purezza arcaica della sua scultura – famose le “teste di Modigliani” – fanno di lui una personalità eccezionale isolata dalle correnti del gusto contemporaneo (cubismo, futurismo, dadaismo e surrealismo) pur lavorando nel loro stesso periodo. Le sue opere sono esposte nei più grandi musei del mondo. I pochi dipinti che vengono venduti dai proprietari raggiungono cifre record. Nel 2010 a New York da Sotheby’s la tela del nudo La Belle Romaine venne battuto per 68,96 milioni di dollari e una “testa” del grande autore livornese è stata venduta il 4 novembre 2014 presso Sotheby’s a New York per 70,725 milioni di dollari. Oggi un nuovo record per l’artista che più di altri riuscì a condensare nelle sue tele l’intimità dell’anima dei suoi soggetti con pochi colpi di pennello.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS