NAZIONALE ITALIANA, CONTE RITROVA MARCHISIO E OKAKA, INSIGNE NON CONVOCATO Il ct alla presentazione della nuova divisa: "Chi non capisce l'importanza della maglia è inadatto a indossarla"

447

Cinque grandi ritorni, due giocatori ancora in punizione e tre assenze forzate. Le convocazioni di Conte per le amichevoli con il Belgio, a Bruxelles, e la Romania, a Bologna, si potrebbero riassumere così. Il ct torna a chiamare uno dei suoi “preferiti” alla Juve, ovvero Marchisio, e un’altra sua vecchia conoscenza come Giaccherini che, tornato in Italia, si sta mettendo in evidenza con la maglia del Bologna. Ci sono poi Cerci, tornato titolare nel Milan, Okaka che sta giocando benissimo nell’Anderlecht e che Conte vuole rivedere, e De Silvestri appena tornato nella Sampdoria dopo un infortunio.

Nella lista della nazionale non compaiono Berardi e Insigne, ai quali, probabilmente, l’allenatore non ha ancora perdonato i forfait dell’ultima convocazione e per i quali ora l’eventuale chiamata per gli Europei passa necessariamente per un ottimo prosieguo di stagione. Assenze forzate sono quelle che svuotano di contenuti tecnici l’intero centrocampo, privo di Verratti, Pirlo e De Rossi. Conte ne approfitterà per sperimentare le nuove leve, dando spazio a Montolivo e Parolo. Curioso fra gli attaccanti il caso di Gabbiadini, riserva (Europa League a parte) nel Napoli di Sarri, ma sempre arruolabile per la causa azzurra.

Questi tutti i convocati. Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Daniele Padelli (Torino), Mattia Perin (Genoa), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain/Fra). Difensori: Francesco Acerbi (Sassuolo), Luca Antonelli (Milan), Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Matteo Darmian (Manchester United/Ing), Mattia De Sciglio (Milan), Lorenzo De Silvestri (Sampdoria). Centrocampisti: Giacomo Bonaventura (Milan), Antonio Candreva (Lazio), Alessio Cerci (Milan), Stephan El Shaarawy (Monaco/Fra), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Claudio Marchisio (Juventus), Riccardo Montolivo (Milan), Marco Parolo (Lazio), Roberto Soriano (Sampdoria).

Prima dell’inizio del ritiro degli azzurri a Coverciano, è stata presentata a Palazzo Vecchio di Firenze dalla Puma la nuova divisa che gli azzurri indosseranno durante i prossimi Europei.  Una maglia a colletto alto che ispirata al passato, orlata dal tricolore sulle maniche: e’ l’azzurro che indosserà in campo la nazionale di Antonio Conte, ai prossimi Europei. Accanto al ct anche alcuni ex campioni come Zambrotta e Ambrosini. “Chi non riconosce l’importanza di questa maglia – ha detto Conte – è inadatto ad indossarla”.

Testimonial della nuova divisa, che farà il suo esordio venerdì prossimo in occasione dell’amichevole contro il Belgio, sono stati il capitano Gianluigi Buffon, il difensore della Fiorentina Davide Astori e l’attaccante del Napoli Manolo Gabbiadini. “Mi aspetto di fare un Europeo senza rimpianti – commenta il portiere della Juve -, non è detto che si debba vincere per forza, ma bisogna dare tutto, di occasione non ne restano molte, io comunque ho intenzioni bellicose e finchè dal campo riceverò risposte fisiche e mentali importanti continuerò a giocare altrimenti saluterò presto”.

Il nuovo completo, realizzato dallo sponsor Puma, è pura tecnologia: attraverso delle microcapsule permette di gestire il calore corporeo, rilascia un effetto di micro-massaggio in aree specifiche e fornisce un approvvigionamento energetico più veloce, in grado di aiutare i muscoli a mantenersi attivi. Ci sono dettagli in oro sulle maniche e il tricolore sia nella parte destra che sinistra degli orli. “Abbiamo cercato di realizzare una maglia degna della sua reputazione – ha dichiarato lo stilista di Puma, Torsten Hochstetter -. La divisa della Nazionale italiana per noi è un’icona”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS