MOTOGP, LORENZO VINCE IL MONDIALE, ROSSI: “E’ STATO UN BISCOTTONE” Il pilota spagnolo vince a Valencia, inutile il quarto posto del "Dottore"

454

Dopo una grande rimonta, sfuma il sogno di Valentino Rossi; Lorenzo è campione del mondo. Lo spagnolo vince a Valencia, seguito da Marquez e Pedrosa. Il “Dottore” arriva quarto dopo un incredibile rimonta. La partenza è ottima per Lorenzo, saldamente in prima posizione, e per le Honda. Valentino si porta in pochi giri alla decima posizione. A 27 giri dal traguardo Iannone cade; con la moto semi-distrutta il ritiro è obbligatorio.

Le tribune del “Ricardo Tormo” sono piene. In una giornata calda e sotto un sole quasi estivo, spicca il settore occupato dai sostenitori di Valentino Rossi, una macchia gialla formata da circa 1.500 persone, particolarmente rumorosa. Macchie di colore fluo, simbolo del pesarese, spiccano in vari punti del circuito. Numerosi anche i sostenitori di Jorge Lorenzo, partito con 7 punti di svantaggio nella corsa al titolo della classe regina.

Al termine della gara non mancano le polemiche, e lo stesso Rossi si scaglia contro il compagno di squadra Lorenzo. “È stata una stagione veramente bella – commenta Valentino -, perché ci siamo costruiti questa possibilità dalla prima gara, non ho mai sbagliato, sono stato competitivo. Poi nella seconda parte di stagione Jorge è stato bravo, ma fino a Motegi avevo 18 punti. Da Phillip Island è successo qualcosa che nessuno si aspettava. Marquez è stato imbarazzante, è stata una cosa bruttissima per il nostro sport. E da lì tutto è cambiato perché ho dovuto lottare contro due piloti, pure molto veloci”

Il “dottore” non si trattine e punta il dito contro il “complotto” spagnolo: “Oggi tutti hanno visto il loro piano, questo mi rende triste ed è una figura bruttissima per il nostro sport. Non capisco nemmeno la Honda che fa vincere una Yamaha. Spero che questo comportamento col passare del tempo gli si rivolti contro. Lorenzo è molto bravo, sarebbe stato bello giocarsela ad armi pari, ma credo che nemmeno lui possa essere molto contento di aver vinto così. Mi pare triste che Marquez faccia il guardaspalle di Lorenzo, è stato un biscottone! Ma un po’ me l’aspettavo”.

Miguel Oliveira ha vinto la gara della Moto3. Tuttavia, è andato al britannico Danny Kent, al quale è bastato tagliare il traguardo in nona posizione. Sul podio dell’ultimo Gp della stagione anche lo spagnolo Jorge Navarro ed il ceco Jakub Kornfeil. Tra gli italiani, il migliore è stato Enea Bastianini, arrivato quinto, preceduto dal sudafricano Brad Binder. Nella classifica iridata, Kent ha raccolto 260 punti e Oliveira 254. Seguono un terzetto di italiani: Bastianini 207, Romano Fenati 176 e Niccolò Antonelli 174.

Nella classe Moto2, è Tito Rabat a vincere il Gp di Valencia. Lo spagnolo ha preceduto sul traguardo il connazionale Alex Rins e lo svizzero Thomas Luthi. Lorenzo Baldassarri non va oltre il quinto posto. Il francese Johann Zarco, già laureatosi campione del mondo, è giunto settimo. Nella classifica finale Zarco, con 352 punti, è seguito da Rins con 234 punti, Rabat con 231 punti ed il britannico Sam Lowes, fermo a 186punti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS