VATILEAKS 2, IL PAPA: I CORVI NON FERMERANNO LE RIFORME

590
  • English

“Questo triste fatto non mi distoglie certamente dal lavoro di riforma che stiamo portando avanti con i miei collaboratori e con il sostegno di tutti voi”. Papa Francesco è intervenuto con queste parole nel corso dell’Angelus sul nuovo scandalo “Vatileaks”. “So che molti di voi – ha spiegato dalla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano – sono stati turbati dalle notizie circolate nei giorni scorsi a proposito di documenti riservati della Santa Sede che sono stati sottratti e pubblicati”. Rubare quei documenti, ha osservato, “è un reato, un atto deplorevole che non aiuta. Io stesso avevo chiesto di fare quello studio, e quei documenti io e i miei collaboratori già li conoscevamo bene”.

Papa Bergoglio ha ribadito l’importanza del “sostegno di tutta la Chiesa, perché la Chiesa si rinnova con la preghiera e con la santità quotidiana di ogni battezzato”. “Perciò – ha sottolineato – vi ringrazio e vi chiedo di continuare a pregare per il Papa e per la Chiesa, senza lasciarvi turbare ma andando avanti con fiducia e speranza”. Nel corso della meditazione, inoltre, ha commentato il brano evangelico in cui, nel tempio di Gerusalemme, “i ricchi hanno dato, con grande ostentazione, ciò che per loro era superfluo, mentre la vedova, con discrezione e umiltà, ha dato ‘tutto quanto aveva per vivere’”. Secondo il Santo Padre “anche oggi esiste il rischio di assumere questi atteggiamenti” quando “si separa la preghiera dalla giustizia, perché non si può rendere culto a Dio e causare danno ai poveri” oppure “quando si dice di amare Dio, e invece si antepone a Lui la propria vanagloria, il proprio tornaconto”.

“Gesù, oggi – ha spiegato Francesco – dice anche a noi che il metro di giudizio non è la quantità, ma la pienezza; non è questione di portafoglio, ma di cuore”. Di fronte ai bisogni del prossimo, ha soggiunto, “siamo chiamati a privarci di qualcosa di indispensabile, non solo del superfluo; siamo chiamati a dare il tempo necessario, non solo quello che ci avanza; siamo chiamati a dare subito e senza riserve qualche nostro talento, non dopo averlo utilizzato per i nostri scopi personali o di gruppo”. Infine ha ricordato anche la Marcia per la terra che si è conclusa in piazza San Pietro: “Oggi in Italia si celebra la Giornata del Ringraziamento, che quest’anno ha per tema ‘Il suolo, bene comune’”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS