IMMIGRAZIONE, TRUMP ATTACCA I LEADER EUROPEI: “STANNO FACENDO UN CATTIVO LAVORO” Inoltre durante la presentazione del suo ultimo libro ha sostenuto l'utilità della sua proposta di costruire una barriera lungo il confine con il Messico. "I muri funzionano - ha detto - chiedete ad Israele"

426
trump

Donald Trump torna all’attacco, ma questa volta non contro i suoi avversari per le presidenziali statunitensi. Infatti il miliardario americano, in un’intervista a Sky TG24 HD ha condannato quella che secondo lui è una cattiva gestione della crisi migratoria, ed ha aggiunto che anche i vari leader dei 28 non stanno facendo un buon lavoro. “Spero che in Europa trovino la persona giusta, ci sono molti problemi con la questione della migrazione e tutto il resto – ha detto Trump – Ma spero abbiano la giusta leadership, vedremo quello che succederà”.

Inoltre, il candidato alle presidenziali 2016, rispondendo alla domanda del giornalista se serva un Trump anche in Europa, ha dichiarato che sui leader europei sta “cambiando opinione, a causa del cattivo lavoro che stanno facendo sulla questione degli immigrati. La questione dell’immigrazione è un disastro e alcuni di loro non stanno facendo un buon lavoro”.

Secondo il miliardario repubblicano – che in questi giorni sta presentando il suo nuovo libro “America Crippled”, nel quale dedica un intero capitolo al problema dell’immigrazione – ha difeso la sua proposta di costruire un muro lungo il confine con il Messico per fermare l’immigrazione. “I muri funzionano, chiedete a Israele – ha argomentato -. Io non sono contro l’immigrazione. Amo l’immigrazione. Ciò che non amo è il concetto di immigrazione clandestina”. Secondo Trump è infatti necessario che ogni Paese tenga maggiormente sotto controllo le proprie frontiere perché “un Paese che non controlla i suoi confini, non può sopravvivere”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS