LA LEGALITA’ ARRIVA NELLE SCUOLE, AL VIA IL PROGETTO DEI CARABINIERI L’iniziativa, che si protrarrà per l’intero anno scolastico, vedrà protagonisti attivi oltre un centinaio di studenti romani che si cimenteranno nella realizzazione di cortometraggi, cartoni animati e fumetti nell’ambito di problematiche che affliggono il mondo giovanile

543
legalità

Il rispetto delle regole e delle comuni norme sociali sono alla base di ogni civiltà che voglia definirsi progredita. Eppure la terminologia giuridica spesso fa da ostacolo a una ampia fruizione della materia legale. Per ovviare a questo problema, l’Arma dei Carabinieri, in collaborazione con l’Agenzia Nazionale per i Giovani, ha promosso un progetto per la diffusione della legalità tra i teen ager. L’iniziativa, che si protrarrà per l’intero anno scolastico, vedrà protagonisti attivi oltre un centinaio di studenti romani che si cimenteranno, con l’assistenza degli Ufficiali Frequentatori dei corsi di formazione della Scuola Ufficiali e il supporto tecnico di docenti e discenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale cine-tv “Roberto Rossellini” di Roma, nella realizzazione di cortometraggi, cartoni animati e fumetti nell’ambito di problematiche che affliggono il mondo giovanile quali il bullismo, l’uso di sostanza stupefacenti, l’abuso di alcool, la ludopatia, lo stalking, la violenza sulle donne e l’infiltrazione delle mafie nel tessuto socio economico.

Le opere realizzate saranno utilizzate, durante il prossimo anno scolastico, dai Reparti dell’Arma Territoriale, impegnati da oltre un ventennio in incontri e dibattiti su temi di legalità all’interno del mondo scolastico. L’obiettivo è duplice: quello di aiutare i ragazzi ad entrare in tematiche complesse con risvolti penali e, al contempo, produrre messaggi che usino un linguaggio immediato e facilmente apprezzabile dai coetanei. Inoltre, sono previste anche lezioni di musica a cura dei Componenti della Banda dell’Arma rivolte in particolar modo a ragazzi con minori opportunità, al fine di costituire una o più band composte da giovani studenti della Capitale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS