“A HEAD FULL OF DREAMS”, A DICEMBRE IL NUOVO ALBUM DEI COLDPLAY La band ha terminato il lavoro in studio e comincia a organizzare il nuovo tour

602

A fine ottobre, nei tunnel della metropolitana di Londra sono comparsi dei cartelloni alquanto insoliti: un logo multicolore, formato da tanti cerchi collegati tra loro, su sfondo nero. In basso una data: 4 dicembre. Qualcuno ipotizzò che poteva essere il giorno, atteso da molti, in cui la nota band inglese avrebbe pubblicato il nuovo album. Ora giunge l’ufficialità: “A Head Full of Dreams” sarà pubblicato il 4 dicembre prossimo. E sono stati proprio i membri del gruppo a confermarlo, direttamente dai loro account social.

In questi giorni si è vociferato anche che questo venerdì sarebbe uscito il primo singolo. Per il momento, solo ipotesi, ma secondo alcune indiscrezioni, venerdì i Coldplay potrebbero essere ospiti della trasmissione Tfi Friday, in onda in Gran Bretagna dalle 8 della sera. Di certo c’è che il gruppo ha terminato il loro lavoro in studio per quest’anno, e ora è concentrato sul tour di promozione. Secondo alcune notizie trapelate dall’entourage della band, la tournée inizierà fuori dal Regno Unito.

Stanno definendo il percorso che li porterà, forse già in primavera, ad esibirsi dal vivo. La priorità sarà data a nazioni come l’India, nazione ispiratrice dei colori e delle melodie di “A Head Full Of Dreams”, e Sudamerica, dove i Coldplay promisero di tornare dopo la cancellazione del tour del 2013 negli stati dell’America latina. Anche l’Italia dovrebbe essere una delle tappe. Ma su questo non c’è ancora l’ufficialità. L’artista autore dell’elaborazione grafica è Pilar Zeta, una donna argentina da anni trasferita a Los Angeles, e già in passato creatrice di altre copertina musicali. Anche l’artista ha dato l’annuncio dell’imminente uscita dell’album con alcune foto sul suo profilo Instagram, tutte corredate da un “Coming Soon”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS