USA, UN AFROAMERICANO A CAPO DELLA CHIESA ANGLICANA STATUNITENSE Michael Curry, 62 anni, è il primo leader di colore della confessione cristiana

435

Svolta nella conservatrice chiesa episcopale statunitense, la chiesa anglicana americana. Per la prima volta un vescovo di colore, Michael Curry del North Carolina, è stato nominato nuovo capo della comunità episcopale che vanta circa due milioni di fedeli sparsi per gli States e rappresenta per grandezza la 14esima confessione americana. Curry, 62 anni, è stato ‘intronizzato’ a Washington. La chiesa anglicana americana fa parte della più vasta famiglia risalente all’anglicanesimo, religione cristiana che conta circa 80 milioni di fedeli nel mondo. la Branca statunitense è nata dopo la rivoluzione americana quando si dovette dividere dalla Chiesa d’Inghilterra, allora nazione nemica. Nel sermone Curry ha chiesto agli americani di ogni razza, classe economica e credo di unirsi per superare le sfide del mondo. “Siamo tutti figli di dio. Non importa quale sia la nostra razza, la nostra religione, la nostra classe”, ha detto.

Nel luglio scorso la chiesa episcopale statunitense aveva dato l’assenso alla celebrazione di matrimoni tra persone dello stesso sesso, sulle orme della sentenza della Corte Suprema che li aveva legalizzati in tutti gli Stati Uniti pochi giorni prima. “Dato che è consentito dalla legge, questo permette ormai a tutte le coppie di essere sposate in seno alla Chiesa”, avevano annunciato i dirigenti della Chiesa episcopale sul loro account Twitter.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS