DERBY DELLA MOLE, CUADRADO TRASCINA LA JUVE ALLA VITTORIA Per i bianconeri è il quarto match conquistato in campionato

436

Torino torna ad essere bianconera per una sera. La Juve vince il derby della Mole e conquista 3 punti preziosi. A decidere l’esito del match è il gol di Cuadrado al termine dei tre minuti di recupero dati dal direttore di gara allo scadere del 90′. Ha deciso lui, quando la partita sembrava indirizzata verso il pareggio. Era partita bene la Juve, subito passata in vantaggio con Pogba. Poi si è fatta recuperare dal sinistro di Bovo, rischiando addirittura di perdere, perché il migliore in campo è stato Buffon. Quando sembrava tutto finito, ecco la zampata di Cuadrado che ha spinto in porta il cross di Alex Sandro, appena entrato.

Allegri aveva scelto il 4-3-1-2 con Hernanes trequartista, mentre il Toro ha schierato in campo il 3-5-2. L’infortunio di Khedira, il quindicesimo in questa stagione, ha costretto il tecnico livornese a passare al 4-3-3 inserendo Cuadrado. La mossa ha dato subito i frutti: assist del colombiano, finta di Dybala, inserimento e destro sotto la traversa per Pogba, che ha festeggiato la centesima presenza in Serie A con un gol. Il Toro ha accennato una timida reazione, ma è stata la Juve che ha sfiorato ancora il gol con Dybala.

Marotta, prima della partita, aveva avvisato i i giocatori: “La classifica non è consona al valore e alla squadra, abbiamo un gruppo di professionisti validi, giocatori che hanno vinto scudetti. Va ritrovata la voglia, il senso di appartenenza forse perso in alcuni momenti, poi il risultato verrà da solo. La sindrome di appagamento dobbiamo debellarla, aver vinto tanto ed essere la squadra benevolmente antipatica significa che gli avversari hanno grandi motivazioni e se noi giochiamo con una carica normale ci mettiamo in difficoltà. Le sconfitte sono demerito della Juventus più che merito degli avversari”.

Nella ripresa tutta un’altra storia. Un altro Toro, più propositivo e aggressivo. Punizione di Bovo, sulla respinta di Baselli, ha caricato il sinistro e ha fatto secco Buffon. 1-1.Ventura cambia le carte in tavola: fuori Molinaro, dentro Zappacosta, con Bruno Peres che è stato dirottato a sinistra per arginare Cuadrado. Ma Buffon ha salvato il risultato. Nel finale la traversa ha respinto il colpo di testa di Bonucci e poi Padelli si è aggiustato d’istinto sul tiro di Marchisio. Tutto sembrava già fatto, ma poi, ad una manciata di secondi, ecco la zampata di Cuadrado che distrugge i fantasmi e ha fatto esplodere lo Stadium.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS