MOTOGP: VALENTINO ROSSI ALL’ATTACCO, RICORSO AL TAS CONTRO LA SQUALIFICA La Yamah ha chiesto una riduzione della penalizzazione rimediata a Sepang per il calcio a Marc Marquez

377

Valentino Rossi non ci sta e ha presentato ricorso al Tas (Tribunale arbitrale dello sport) di Ginevra per ottenere una riduzione della squalifica rimediata a Sepang per il calcio a Marc Marquez. L’organo di giustizia sportiva ha fatto sapere che si esprimerà “non piu’ tardi del 6 novembre”, quando sono in programma le prime sessioni di prove libere sul circuito Ricardo Tormo, e comunque fino ad allora “non rilascerà ulteriori comunicati in merito”.

Comunque andrà – la sanzione applicata dalle Direzione Gara nel Gp della Malesia è al momento sospesa fino alla decisione del Tas – il finale di stagione della MotoGp è destinato a chiudersi con polemiche e discussioni a go-go, con tutti i protagonisti della vicenda di Sepang tirati per il collo e destinati a restare altri nove giorni sul ring della contesa. “Sono due personaggi molto particolari. Valentino ha fatto un fallo sicuramente spropositato, Marquez ha fatto di tutto per farglielo fare – ha oggi sintetizzato Paolo Campinoti, patron del team Pramac – Valentino ha trovato probabilmente un altro Valentino, non un Gibernau o un Biaggi che hanno chinato la testa”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS