UN SALVADANAIO CONTRO LA CRISI: E’ LA GIORNATA DEL RISPARMIO

464

Nei primi anni di vita nei bambini si consolidano numerose abitudini, tra cui quelle legate alla gestione del denaro. Tutti abbiamo avuto il salvadanaio a forma di maialino dove mettevamo da parte le monetine che i nostri genitori ci regalavano. Questa giornata è così significativa, proprio perché ricorda ai più piccoli l’importanza di cominciare a risparmiare sin da piccoli: infatti, solo chi inizia presto ad accantonare parte del suo denaro, nel tempo potrà costruirsi un patrimonio senza sforzi eccessivi.

Anche se questa ricorrenza ha perso molto del suo significato originario, l’attività di risparmio è più attuale che mai. Nel corso degli anni gli obiettivi cambiano, ma ciò che rimane invariato è il significato di una pianificazione finanziaria in linea con i propri scopi.  Le origini di questa giornata risalgono al primo Congresso internazionale del risparmio, organizzato dall’Associazione mondiale delle Casse di Risparmio nell’ottobre 1924 a Milano. In quell’occasione, i rappresentanti di 29 Paesi decisero di proclamare questa ricorrenza con l’obiettivo di promuovere la consapevolezza verso l’attività di risparmio; il prof. Ravizza dichiarò la giornata conclusiva del congresso “International Saving Day” e la prima ricorrenza si celebrò il 31 ottobre 1925. Negli anni successivi, sempre più istituti di credito aderirono a quest’iniziativa e molte banche cooperative, la festeggiano tuttora.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS