UCRAINA, ESPLODE UN DEPOSITO DI MUNIZIONI: 2 MORTI E 4 FERITI L'incendio scoppiato ieri sera ha distrutto un'area di circa 9.000 mq e danneggiato 35 edifici

266
ucraina

Un deposito di munizioni delle forze armate ucraine è esploso nella cittadina di Svatovo, nel Donbass, uccidendo almeno due persone e ferendone quattro. Lo riferisce il sindaco, Ievgheni Ribalko, citato da Interfax. Nel deposito erano conservate almeno 3.500 tonnellate di munizioni. L’incendio, la cui causa è ancora ignota, è scoppiato ieri sera investendo un’area di circa 9.000 mq e danneggiando 35 edifici. Molti abitanti sono stati sfollati a causa delle continue esplosioni.

La cittadina, che conta 18 mila abitanti, si trova a 80 chilometri dal fronte di guerra ed è sotto controllo dell’esercito ucraino. Le forze di sicurezza di Kiev pensano che l’incendio – che ha ance causato un black out elettrico – sia il risultato di un attentato.

Nel frattempo il ministro russo delle Situazioni di emergenza, Vladimir Puchkov, ha scritto al suo omologo ucraino, Mykola Chechetkin, offrendo aiuto e mettendo a disposizioni mezzi e uomini per poter spegnere l’incendio. “Il ministero della Russia è pronto a inviare nell’area interessata aerei antincendio, così come professionisti e soccorritori con le attrezzature necessarie”, si legge nella nota.

Le autorità locali ucraine hanno informato che i danni sono ingenti anche nella città di Svatovo e hanno chiesto aiuti a tutta la regione. Il Servizio di Sicurezza dell’Ucraina ha definito l’accaduto come un atto di terrorismo, riporta Rt, dopo che le autorità dell’amministrazione civile-militare di Lugansk hanno affermato che due colpi esplosi da una “pistola lanciarazzi” erano stati sparati contro la struttura.

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS