PARLA IL CAPO DEGLI ESORCISTI: ATTENTI AD HALLOWEEN

246696
  • English
  • Español
bamonte

Arriva Halloween, ma ciò che c’è dietro è tutt’altro che uno scherzo. In quanto esorcista riporto alcuni esempi palesi, che dimostrano gli effetti di questo scellerato progetto in corso per indurre bambini, adolescenti e giovani alla pratica dell’occultismo in tutte le sue forme e di cui questa festa neopagana e anticristiana di halloween è una delle modalità di diffusione.

Ad aprile di questo anno – ad esempio – improvvisamente e in maniera molto rapida si diffonde in un’ampia fascia di bambini, ragazzi e giovani – in Italia e in tutto il mondo occidentale – la pratica di una nuova forma di “seduta spiritica, imparata guardando dei video su youtube. Su un foglio bianco vengono tracciate una linea orizzontale e una verticale e nei quattro quadranti ottenuti sono scritte due volte le parole: sì e no. Sul foglio vengono poste due matite, a forma di croce. A questo punto si chiede di confermare la propria presenza a un ragazzo defunto di nome Charlie che, in alcuni video, però, è apertamente definito “demone”. Se una matita si muove verso la risposta affermativa, cioè verso il “sì”, si può iniziare a fargli delle domande. E, di volta in volta, secondo le domande fatte, la matita risponderà, muovendosi verso il “sì” o verso il “no”. Un numero considerevole di genitori allarmati ha interpellato molti parroci, chiedendo che cosa dovevano pensare di questo fatto: dalle testimonianze raccolte, infatti, risulta che alcuni ragazzi, che hanno partecipato a questo gioco, hanno vomitato, qualcuno è svenuto; altri hanno cominciato ad accusare disturbi nel sonno; altri hanno cominciato a provare ansia e paure. Il 31 maggio scorso, un quotidiano riportava la notizia di quattro ragazze Colombiane le quali, dopo aver fatto il gioco in cui si evocava Charlie sono state ricoverate, perché mostravano tutte un forte disorientamento. La diagnosi fatta in ospedale è stata di “isteria collettiva con sintomi psicotici”.

Ma non è questo l’unico esempio. Un parroco romano ha fatto una sconcertante scoperta il 29 settembre scorso: uscendo dal recinto della chiesa ha visto un giovane che alternava continuamente sguardi alla facciata e al telefonino che aveva in mano. Il parroco si è incuriosito, si è accostato e, con molta semplicità gli ha chiesto che cosa stesse facendo. Il giovane gli ha detto che stava praticando un gioco on-line, chiamato “Ingress”, il quale presenta un mondo diviso in due. Attraverso alcuni “portali”, devono acquisire la “potenza esoterica” per vincere sugli altri. Questi sono costituiti da luoghi reali, sparsi per la città di Roma, e individuati attraverso quella che nell’esoterismo viene chiamata “mappa astrale”. Il portale in oggetto nel gioco era, senza che il parroco ne sapesse nulla, la chiesa affidata alla sua cura pastorale. C’era la foto della parrocchia scattata di notte e un raggio che partiva da una statua, situata sul tetto della canonica, e una figura oscura, disegnata sul muro della chiesa (che in seguito il parroco ha provveduto a far cancellare).

Ancora un ultimo esempio. Entrando un mattino in una chiesa, in quel momento deserta, vidi un gruppo di giovani, vestiti in un certo modo, la cui età media era di 25 anni, mentre stavano scendendo dal presbiterio. Il loro comportamento mi insospettì fortemente. Osservando in seguito le registrazioni, acquisite grazie alla telecamere poste in chiesa e le indagini fatte su un membro del gruppo che lo guidava, fu accertata l’esecuzione di un rituale satanico, operato nel giro di due soli minuti. Inoltre le forze dell’Ordine perquisendo la sua casa trovarono materiale utilizzato dalle sette sataniche.

Cosa deduciamo da questi esempi? I pianificatori sociali del male sanno che, se si abituano i bambini, sin dai primi anni di vita, alla familiarità con le immagini e con il linguaggio occultista, in età adulta questi saranno indotti all’occultismo vero e proprio e diventi, per le nuove generazioni, l’alternativa al cristianesimo. L’occultismo è oggi insegnato attraverso figurine, fumetti, cartoni animanti, un certo tipo di musica, videogiochi, internet, film, telefilm e romanzi.

In alcuni siti internet di personaggi per bambini si possono trovare link dai quali si accede direttamente a siti di satanismo e di magia nera. L’aberrante esaltazione e celebrazione dell’orrido e dell’occultismo – in tutte le sue forme proposto ogni anno da Halloween – ha, come fine, quello di illudere le nuove generazioni, facendo loro credere che giocare con l’occultismo sia una pratica del tutto innocente, per la quale non si corre alcun rischio. L’occultismo, in realtà espone a pericoli morali, psicologici e spirituali. I danni che può produrre vanno da disturbi fisici, che richiedono intervento del medico a disturbi psicologici o psichici, che richiedono l’intervento dello psicologo e in alcuni casi dello psichiatra a disturbi malefici, che richiedono l’intervento del sacerdote esorcista.

Mi compiaccio con don Aldo Buonaiuto, per il suo impegno e per l’attività che svolge in favore delle vittime dell’occultismo. Il testo che ha prodotto “Halloween: lo scherzetto del diavolo”, risponde a una sentita esigenza, da parte degli operatori pastorali, dei cattolici impegnati nel mondo dell’educazione e dei genitori, preoccupati di avere un efficace mezzo divulgativo, per trasferire alle nuove generazioni il vero senso della vita, davanti alla cultura della morte proposta dai mass media e persino imposta in molte scuole e asili da Halloween. Mi associo, quindi, pienamente al “messaggio di vita” che don Aldo lancia attraverso questo testo e, nel contempo, mi unisco all’invito – rivolto da più parti a tutti i parroci e sacerdoti – perché moltiplichino, nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre, le veglie di preghiera nelle chiese; le processioni dei santi o le rappresentazioni teatrali della vita dei santi nelle sale parrocchiali; feste cristiane alternative, con intrattenimenti per i ragazzi e per le loro famiglie negli oratori; concerti nelle piazze, con la partecipazione di gruppi, cantanti o cantautori della musica cristiana contemporanea.

Padre Francesco Bamonte
*Presidente Associazione Internazionale Esorcisti

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

19 COMMENTS

  1. La generazione di oggi è ignorante! Crede all’innocenza di pratiche, giochi, feste ecc… che essendo occulte alla fine portano al satanismo! Poi ci lamentiamo delle catastrofi che Dio manda sulla terra! Pensate ai Santi e prendiamo esempio da loro! Che sono la ricchezza e la luce del mondo! Guai a chi si troverà colto impreparato dalla giustizia di Dio! Sia Lodato Gesù Cristo!

  2. Buongiorno volevo solo chiedere a tale proposito se anche solo travestirsi, fare feste a tema a case di amici (ma sotto osservazione dei genitori ) e/o a scuola per divertimento è da considerarsi pericoloso. Grazie mille per l’ attenzione attendo risposta.

    • Le rispondo con le parole di padre Bamonte: “I pianificatori sociali del male sanno che, se si abituano i bambini, sin dai primi anni di vita, alla familiarità con le immagini e con il linguaggio occultista, in età adulta questi saranno indotti all’occultismo vero e proprio e diventi, per le nuove generazioni, l’alternativa al cristianesimo”. In sostanza, bisogna avere il coraggio di dire “no”, magari anche alleandosi con famiglie che la pensano allo stesso mdoo.

  3. Ho bisogno di questo articulo in inglese. Sono in America e vedo le scuole cattoliche celebrando halloween come se niente fosse.

  4. Vi rendete conto che siete nel 2015 e non nel 15dc, vero?
    Potrei spiegarvi tranquillamente e in maniera sensata il discorso di “Charlie” e, soprattutto, quello di “Ingress” ma sono certo che oltre a non capirci praticamente nulla, girereste il tutto, nella migliore delle ipotesi, a frasi tipo “il Diavolo parla al posto tuo!!!”
    Inoltre… frasi come “In alcuni siti internet di personaggi per bambini si possono trovare link dai quali si accede direttamente a siti di satanismo e di magia nera” senza prove o dimostrazioni? Si chiama TERRORISMO MEDIATICO!!!
    Domandatevi invece come mai i giovani si stanno allontanando dall’Azienda Vaticano SpA…

    @Antonella: pericoloso non e’ travestirsi o far giocare i bambini… pericoloso e’ ragionare con un cervello comune!

    • Al di là delle posizioni personali, che rispettiamo anche se in parte offensive nei nostri confronti, lei crede che per il demonio faccia differenza l’epoca storica?!

  5. Infinite grazie!!! Sono un’insegnante di Scuola Media, e proprio oggi ho parlato di Halloween ai miei alunni di terza. Sono stati contenti del mio avvertimento sui molti aspetti negativi di tale “festa”. Insieme abbiamo firmato dai pc della scuola contro la strage dei gatti neri nei riti satanici. Domani la festa si farà, ma come insegnante mi dissocio, svolgendo il mio orario di servizio senza prenderne parte (ho solo le ultime due ore, mentre lo scorso anno ho preso un giorno di permesso). Purtroppo la Dirigente, già dal 2010, ha introdotto la festa nell’Istituto su pressione degli studenti senza interpellare noi docenti! Grazie perché ci siete…non mi sento certo sola nelle mie “battaglie”. Un augurio per le Vostre preziose attività. Fatemi sapere!

    Anna Maria Mazzoni, Orte Scalo (VT)

  6. Circa le catastrofi per favore non scomodiamo il buon Dio: il più delle volte ce le procuriamo da soli.

  7. Colgo l’occasione offerta dal prezioso articolo, per segnalare l’abitudine abbastanza diffusa in alcuni Oratori, con il beneplacito, o addirittura iniziativa dei parroci, di proiettare film a tema assolutamente non pertinente alla Pastorale giovanile: parlo di film del genere “Aladdin”. Di grazia, quale strumento educativo può rappresentare un film simile e quale sfondo religioso v’è in esso? Perché non prediligere la proiezione di film biografici di Santi, e ve ne sono di molto belli, anche a cartoni animati e molto ben fatti. Altra nota dolente è rappresentata dal comportamento di alcuni all’atto dello scambio del segno di pace durante la Messa: molti ritirano la mano, se questa s’incrocia con la mano di un altro. Sarebbe bene se, immediatamente prima dell’invito a scambiarsi la pace, i celebranti ponessero l’accento su tali assurdi comportamenti, che rasentano la scaramanzia, nel luogo sacro per eccellenza.

  8. Sono perfettamente d’accordo con quanto scritto da padre Francesco. Se le forze del male utilizzano mezzi occulti per reclutare ragazzi, da parte nostra non riusciamo a trasmettere quell’interesse per avvicinarsi alla luce, quindi, alle forze del bene, quindi a Dio. Lodo il lavoro che state facendo, ma oggi la chiesa deve trovare strumenti anche moderni per dare ai giovani la curiosità che serve per avvicinarsi all’amore, alla pace, all’altruismo, alla fede. Con questo non dico che si devono creare legioni di uomini di fede, ma forse si. Il male è forte, è subdolo. Denaro, sesso, droga, POTERE. Credo nel lavoro dell’esorcista, come cavaliere di fede. Grazie

  9. Ho sempre sospettato i vicini, qui a Cambridge. Mettono musica troppo brutta, per essere innocenti! E poi, con quei bambini biondissimi che nemmeno nelle pubblicità, a chi vogliono darla a bere?! ‘Trick or Treat’ è chiaramente una oscura formula magica! E quest’estate li hanno addirittura portati a Londra, a visitare gli studios di Harry Potter! Satanassi! Adesso contatto Padre Bamonte e vedo se viene a farmi un esorcismo all’estero! Spero mi faccia la fattura, tanto voi risparmiate sull’IVA!

    Seriamente, ma non vi sembra un pelino insultante verso altre culture, che, tra l’altro, hanno poco niente a che fare con la religione? Come se un anglicano si mettesse a dire che il carnevale, rito pagano inventato dentro il cattolicesimo e ancora praticato nelle culture latine (e infatti io ricordo con grande affetto le feste in maschera che organizzava la mia parrocchia per i bambini), è un modo subdolo e infingardo con cui i cattolici cercano di plagiare i bambini, attraverso un apparentemente innocente divertimento.

    • Ironia apprezzabile, e comunque grazie di spendere il suo tempo per scriverci. Non parliamo però delle stesse cose: il Carnevale invita al travestimento nelle molteplici forme che esso può rappresentare, spesso collegate alla letteratura o al teatro. Nulla a che vedere con mostri e squartati di ogni tipo, con l’inno al brutto e alla morte. E comunque il 31 ottobre è un giorno particolare per i satanisti: ciò che è accaduto vicino a Houston è cronaca, non fantasy

  10. Sono Cristiana e non mi ritengo ignorante (o perlomeno non così tanto). Conosco l’origine di Halloween che, come altri Culti Druidici, apparteneva alla Cultuta Celtica, che fa parte delle lontanissime origini spirituali dell’Italia Settentrionale. E’ una giornata non molto lontana dal nostro Giorno di Commemoraqzione dei Morti, ma, per saperlo e vederne almeno il significato simbolico, lontano anni luce dal Satanismo, bisognerebbe approfondire con bambini ed adolescenti, cosa voglia dire: vedrete allora quanto attaccamento a queste cose scomparirà. I Celti, come i Cristiani, hanno cercato a lungo il significato della vita, della morte, come avvicinarsi al mistero della Genesi, all’avvincendarsi delle stagioni, al significato della loro esistenza. L’hanno fatto secoli or sono, in regioni ben specifiche: sarebbe interessante un pò di conoscenza e non danneggerebbe nessuno. Personalmente sono contraria a qualsiasi ricerca di tipo spiritico e non so nulla di Charlie o dell’altro gioco. L’esoterismo è una conoscenza profonda che andrebbe avvicinata solo da chi è realmente puro e da chi ha fede, una fede di amore e tolleranza, di compassione e rispetto. Sarebbe ora che si affrontassero questi argomenti, senza paura, ma con Fede, quella vera, quella che SA che Dio è dalla parte di chi lo vuol conoscere.

    • Nel libro “Halloween, lo scherzetto del diavolo” c’è un lungo excursus storico-antropologico sulla notte delle streghe. Resta il fatto che la data del 31 ottobre è particolare per i satanisti. Solo un caso?
      Grazie comunque per il suo intervento

  11. Accetto i vostri ragionamenti sui giochi spiritici e quant’altro ma non accetto il bigottismo di Halloween, come gia detto festa di origini celtiche. Il fatto che il 31 ottobre sia una giornata importante anche per i satanisti è semplicemente perché nella maggior parte delle culture tale giornata è considerata la giornata in cui il mondo dei vivi e quello dei morti si avvicinano maggiormente. Non accetto soprattutto il fatto che critichiate Ingress per un errore, nel gioco è vero che ci sono i portali(oggetti collegabili ad un infinita di cose) ma l’energia di cui parlava il ragazzo con il prete si chiama (in lingua originale) exotic matter(in italiano: materia/energia esotica) e non esoteric matter. Inoltre i portali sono situati appositamente in corrispondenza di luoghi di importanza storica e culturale, di conseguenza in corrispondenza di molte chiese.

  12. Il rock è satanico…halloween è satanico..Giordano Bruno era da bruciare..Ipazia da scuoiare..Galileo da condannare..Ma fatemi il piacere! Uscite dal medioevo ed iniziate ad usare ragione e raziocinio

  13. Premetto di essere cattolica praticante e contemporaneamente giocatrice di Ingress (eresia!). Concordo con Luca per quanto riguarda il gioco Ingress, non c’entra assolutamente con il satanismo, e prima di parlare di qualcosa e definirlo satanico o in qualsiasi altro modo, forse dovreste informarvi un minimo. Per quanto riguarda Halloween concordo pienamente con Carla Redondi, sul fatto che non è tanto la festa di Halloween in sé, ma quanto il significato che il mondo attribuisce ad essa ad essere sbagliato, e un po’ di informazione storica in più nelle scuole non guasterebbe. Io mi ricordo, ormai anni or sono, che la mia maestra ci fece leggere qualcosa riguardo la nascita di Halloween e il suo significato per la popolazione celtica.

  14. Premetto di essere cattolica praticante e contemporaneamente giocatrice di Ingress (eresia!). Concordo con Luca per quanto riguarda il gioco Ingress, non c’entra assolutamente con il satanismo, prima di parlare di qualcosa e definirlo satanico o in qualsiasi altro modo, dovreste informarvi un minimo. Concordo con Carla Redondi per quanto riguarda la festa di Halloween, in quanto non è tanto la festa in sé, ma il significato che il mondo attribuisce ad essa ad essere sbagliato. Penso che sia utile un po’ di informazione storica in più nelle scuole riguardo la nascita di Halloween. Io mi ricordo che la mia maestra, ormai anni or sono, ci fece leggere qualcosa riguardo la nascita di Halloween e il suo significato per la popolazione celtica.

LEAVE A REPLY