ASSISI, 300 VOCI GOSPEL PER INAUGURARE LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO LYRICK Gospel Connection è un progetto che ha coinvolto migliaia di partecipanti di tutto il mondo, accomunati dalla passione per il gospel e il canto religioso delle comunità nere

407
gospel

Trecento voci per cantare il gospel: comincia così sabato prossimo alle 21,15 la stagione 2015/2016 del teatro Lyrick di Assisi. In esclusiva italiana, andrà in scena lo spettacolo del Gospel Connection Mass Choir in concert, giunto alla tredicesima edizione. Gospel Connection è un progetto che ha coinvolto migliaia di partecipanti di tutto il mondo, accomunati dalla passione per il gospel, il canto religioso delle comunità nere americane inteso come espressione di sentimenti di pace, fede, fratellanza, dialogo. Un genere che rappresenta come forse nessun altro la comprensione tra diverse etnie, culture, religioni.

Con i trecento coristi ci sono anche alcune delle star statunitensi del genere. A chi ama il gospel il Concerto offre l’opportunità di vedere ed ascoltare un coro di insolite dimensioni, che per di più offre una qualità musicale derivante da dodici anni di lavoro. Gospel Connection Mass Choir è una fondazione costituita nel 2003 e che anno dopo anno è diventata una realtà importante nel panorama del gospel italiano. Cresciuto tanto da raggiungere un organico fino a 400 voci, il Gospel Connection Mass Choir è divenuto un punto di riferimento per i cori italiani che ogni anno si riuniscono per un momento di studio e approfondimento sotto la guida di un team di docenti statunitensi.

Il repertorio del coro è andato via via ampliandosi ed ora comprende brani negro-spiritual, gospel tradizionale, contemporary gospel, ed anche materiale inedito appositamente composto. Il gruppo si esibisce sia a cappella sia con accompagnamento strumentale: di regola le esibizioni includono la presenza di una band dai dieci ai 20 elementi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS