GB, ATTACCO HACKER AL COLOSSO DELLE TELECOMUNICAZIONI TALK TALK: ARRESTATO UN 15ENNE Di lui si conosce solo l'età e la zona di residenza, la contea di Antrim, in quanto per motivi legali non può essere identificato

435
hacker

Sarebbe un quindicenne il principale sospettato di aver mandato nel panico i gestori delle reti di comunicazione del Regno Unito, con l’attacco di mercoledì scorso al colosso delle telecomunicazioni Talk Talk, che ha messo a rischio i dati personali di 4 milioni di utenti. Nella serata di lunedì, l’adolescente e presunto hacker è stato arrestato dalla polizia in Irlanda del nord, con l’accusa di aver messo fuori gioco la sicurezza informatica dell’azienda. Se le forze dell’ordine riuscissero a provare le sue colpe, si tratterebbe di uno degli hacker più giovani di sempre. Di lui si conosce solo l’età e la zona di residenza, la contea di Antrim, in quanto per motivi legali non può essere identificato.

Il giovane è stato interrogato e per tutta la notte sono proseguite le perquisizioni della polizia nella sua casa, dove lo studente vive con i suoi genitori. TalkTalk non ha ancora rivelato quanti dati sono stati veramente ‘rubati’ nell’attacco, il terzo di quest’anno per il gestore. Lo scorso mercoledì la società britannica di telecomunicazioni Talk Talk ha subito un grave attacco informatico: i dati delle carte di credito e dei conti correnti di migliaia di suoi clienti sono stati rubati, esponendoli al rischio di furti di denaro e truffe, inoltre nell’attacco sono stati rubati anche dati su nomi, indirizzi, luoghi e date di nascita.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS