IMPERIA: CARABINIERE VITTIMA DI STALKING SPARA AD UNA DONNA E SI TOGLIE LA VITA La 33enne, colpita alla testa, è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni

394

Ancora una volta lo stalking ha fatto un’altra vittima. Questa volta però a subire le continue chiamate, visite sotto casa, a ricevere la moltitudine di mail non era una donna, ma un appuntato dei carabinieri che, dopo una furiosa lite, ha sparato un colpo di arma da fuoco contro quella che era diventata la sua persecutrice – ferendola gravemente alla testa – e poi si è ucciso.

Secondo le prime informazioni, sembra che all’origine della lite ci sia un’amicizia fraintesa, con la donna convinta che si trattasse di un sentimento più profondo. A quanto sembra la 33enne non accettava la fine del loro rapporto amichevole, decisa dal carabiniere che sembra avesse avuto anche una discussione in famiglia per le continue telefonate e messaggi delle donna alla moglie.

Il tentato omicidio, e poi il suicidio, sarebbe avvenuto intorno alle due di notte di domenica. IL carabiniere ha sparato due colpi di pistola, il primo alla donna che è stata colpita alla testa e trasportata in gravi condizioni all’ospedale, il secondo contro se stesso. L’arma usata dal militare sarebbe una Smith and Wesson calibro 38, regolarmente detenuta, e non la pistola d’ordinanza.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS