ECCO LA NOTTE ROSSA DI FELTRINELLI, GLI AUTORI INCONTRANO I LETTORI Librerie aperte fino a tarda sera con autori e grandi firme per festeggiare i 60 anni della casa editrice

412

La Feltrinelli festeggia 60 anni di storia, e lo fa regalando ai suoi lettori incontri con autori. “Siamo felici e fieri di essere indipendenti” ha detto Inge Feltrinelli, accogliendo la stampa nella sua abitazione milanese per presentare la Notte Rossa del 25 ottobre, evento che chiuderà i sei mesi di festeggiamenti. Domenica sera, ben 11 librerie Feltrinelli sparse in 10 città italiane resteranno aperte fino alle 24 per celebrare fra brindisi, dj-set e incontri con autori e personaggi che racconteranno il loro libro: come Alessandro Baricco che a Milano (Piazza Piemonte) parlerà di “Viaggio al termine della notte” di Céline, o Walter Veltroni a Roma con “Staccando l’ombra da terra” di Daniele Del Giudice.

Gli altri ospiti della Notte Rossa saranno a Firenze il sindaco Dario Nardella, a Napoli Enzo Gragnaniello, a Padova Niccolò Fabi, a Palermo Giuseppina Torregrossa, a Torino Davide ‘Boosta’ Dileo, a Bari Nabil dei RadioDervish, a Genova Andrea De Carlo e a Bologna Luca Carboni. La Feltrinelli milanese di Piazza Duomo ospiterà dalle 20 un firmacopie collettivo con gli autori che l’editore porterà in città per BookCity, dal premio Nobel Hertha Müller agli italiani Marco Missiroli, Erri De Luca, Michele Serra e Concita De Gregorio. Proprio in occasione della rassegna libraria milanese la mostra itinerante “Feltrinelli 60” compie la sua ultima tappa portando le dodici grandi Effe recanti la storia della casa editrice in Piazza Castello.

Le celebrazioni non vogliono essere però solo un ricordo del passato: “Quest’anno niente Dottor Zivago o Fidel Castro – ha precisato Carlo Feltrinelli -: sarà una festa popolare che guarda al presente e al futuro, all’età dell’editoria che stiamo vivendo e al ruolo che possiamo svolgervi. Un progetto controcorrente e radicale che ci auguriamo abbia una ricaduta importante”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS