ELEZIONI POLITICHE IN POLONIA, L’ESTREMA DESTRA IN TESTA AI SONDAGGI La candidata premier è Beata Szydlo che promette di "proteggere i polacchi dagli stranieri e soprattutto dai musulmani"

351
POLONIA

E’ per domenica l’appuntamento alle urne per gli elettori polacchi. Si voterà per il rinnovo della Camera, il Sejm, e del Senato. Il risultato delle elezioni politiche in Polonia avrà ripercussioni non solo sul Paese, dove con tutta probabilità tornerà al potere il partito conservatore Diritto e Giustizia (Pis) dell’ex premier Jaroslaw Kacynski, ma anche sull’Europa in particolare per quanto riguarda la crisi migratoria, che è stata al centro del dibattito elettorale. La candidata premier è Beata Szydlo che promette di “proteggere i polacchi dagli stranieri e soprattutto dai musulmani”.

Secondo i sondaggi la coalizione di destra dovrebbe ottenere il 36% delle preferenza alla Camera dove si vota con il sistema proporzionale (460 deputati), strappando così un notevole distacco dai liberali di Piattaforma Civica (Po) del premier uscente Ewa Kopacz, 14 punti percentuale, che ha ricevuto l’incarico dopo che Donald Tusk è stato chiamato alla guida del consiglio europeo.

Al di là dei dibattiti televisivi, analisti e sondaggi concordano sulla più che probabile vittoria dei conservatori, che dovranno comunque trovare un alleato di governo. Dalla caduta del regime comunista in poi, infatti, nessun partito ha ottenuto la maggioranza di 231 seggi per governare da solo. Su chi sceglierà il Pis molto dipenderà da quali partiti supereranno le soglie del 5%. Un possibile compagno di governo per il partito di Kaczynski potrebbe essere il Korwin, formazione euroscettica di destra che nell’Europarlamento è nello stesso gruppo dell’Ukip di Nigel Farage, o il movimento anti-sistema del rocker Kukiz.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS