Il patriarca siro-cattolico: “La Comunità internazionale ci ha traditi” Secondo Youssif III per fermare i jihadisti bisogna innanzitutto cessare di “armare le cosiddette opposizioni moderate: non ci sono opposizioni moderate nel Medio Oriente”

374
comunità internazionale

“La Comunità internazionale – le Nazioni Unite, gli Stati Uniti, l’Unione Europea – purtroppo ci ha veramente tradito! Stanno solamente cercando i loro interessi economici nel petrolio”. Lo ha affermato Ignace Youssif III Younan, patriarca della Chiesa siro-cattolica, in un’intervista a Radio Vaticana. La situazione è di ora in ora più drammatica: sono oltre 350 i cristiani rapiti dall’Isis nel nord-est della Siria – alcuni dei quali uccisi – e 3mila le persone cacciate dai propri villaggi. Younan ha dichiarato che si può parlare, senza mezzi termini, di genocidio. Gli Stati occidentali “stanno dimenticando i loro principi di vera democrazia” in quanto “sono alleati con sistemi di governo che sono fra i più integralisti del mondo, dove non ci sono libertà né religiose né civili e dove la donna non ha quasi nessun diritto”.

Secondo il patriarca per fermare i jihadisti bisogna innanzitutto cessare di “armare le cosiddette opposizioni moderate: non ci sono opposizioni moderate nel Medio Oriente! Finché noi non abbiamo una chiara separazione tra religione e politica, non avremo mai una vera, democratica e moderata opposizione”. Youssif III, infine, ha espresso la fiducia che il vescovo di Roma “continuerà a difendere la causa dei deboli, di coloro che sono ignorati da quei Paesi che vedono solo il petrolio come ciò che salverà la loro economia”. “Noi sappiamo che il Santo Padre – ha concluso – proclama ovunque che l’uomo non vive soltanto di pane, ma di ogni parola pronunciata dalla bocca del Signore e questo vuol dire parola di pace e di verità”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS